Fantacalcio 2020-2021, la guida completa ai migliori attaccanti

Fantacalcio 2020-2021, chi conviene prendere in attacco e perchè

Indovinare l’attaccante che farà più gol al termine del campionato di Serie A per inserirlo nella nostra fanta-squadra è sempre operazione difficile, ragion per cui sono tante le variabili da prendere in considerazione al momento di compiere la nostra scelta durante l’asta. I grandi bomber sono anche quei giocatori per i quali, su un budget di 400 fanta-milioni, si riesce a spendere al Fantacalcio anche 250/300 fanta-milioni. La dritta è quella di tenersi da parte almeno metà del budget totale per investirla sul top player in attacco.

Certo, ma su quale giocatore puntare tutti i nostri risparmi? Non si può non partire da Cristiano Ronaldo della Juventus che, dopo aver segnato 21 e 31 gol nei primi due campionati di Serie A, si appresta a vivere la sua terza stagione da protagonista con i bianconeri. Il lusitano, che di recente ha abbattuto il muro dei 100 gol fatti con la propria nazionale, sarebbe da preferire in prima istanza (nonostante il prezzo che di certo raggiungerà vette altissime durante le aste) al miglior marcatore dell’ultimo campionato, Ciro Immobile della Lazio, poiché il centravanti campano quest’anno si troverà a giocare anche in Champions League con i capitolini, un doppio impegno che potrebbe tagliare le gambe anche al miglior attaccante d’Europa, non certo a CR7 che di gol in Champions ne ha fatti a iosa (131 in 176 match ufficiali), nonostante le 30 partite e passa che gioca regolarmente ogni stagione da quasi 20 anni a questa parte.

Il portoghese, inoltre, è stato il miglior marcatore dell’ultima stagione (con 22 gol) relativamente alle partite giocate in casa dalle rispettive squadre, davanti ad Immobile che di gol all’Olimpico invece ne ha fatti 19. Inoltre, Ronaldo, anche per il neo tecnico bianconero Andrea Pirlo, sarà la prima opzione dagli 11 metri (nell’ultima Serie A ha tirato 13 calci di rigore sui 14 assegnati alla Juventus, sbagliandone soltanto uno).

Va da sé che, dovesse ripetere l’annata appena conclusa, Ciro Immobile ad ogni buon conto sarebbe il miglior affare per ogni fanta-allenatore. Il centravanti di Torre Annunziata ha segnato 36 gol (con 14 rigori segnati su 15), quasi un gol ogni partita giocata (0.97), segnando più di tutti in trasferta (17 marcature), partecipando a più del 45% delle azioni gol della Lazio (che è stato il terzo miglior attacco dell’ultimo campionato con 79 gol fatti, dietro i 98 dell’Atalanta dei record e gli 81 dell’Inter).

Con Immobile, inseriamo nel tris dei top player da acquistare in attacco anche il belga Romelu Lukaku, al suo secondo anno in Serie A. L’ex Manchester United è riuscito ad eguagliare il record di gol fatti da un certo Ronaldo (il Fenomeno) nella stagione del suo debutto in nerazzurro (34 gol) e meglio addirittura di CR7 nel suo primo anno in Serie A (23 gol contro i 21 del portoghese). Lukaku è un marcatore da trasferta (secondo dietro ad Immobile) e primo rigorista dei nerazzurri (con 6 centri su 6), ma solo settimo, col 28%, nella speciale classifica della partecipazione ai gol dei nerazzurri in campionato.

In seconda fascia, tra i migliori attaccanti da tenere in considerazione nelle vostre aste, troviamo invece Lautaro Martinez dell’Inter, Francesco Caputo del Sassuolo, Andrea Belotti del Torino, Paulo Dybala della Juventus e Zlatan Ibrahimovic del Milan. Partiamo dal Toro nerazzurro, chiamato quest’anno alla stagione della consacrazione. Martinez nell’ultimo anno ha messo a segno 14 gol e 5 assist, segnando 2 rigosi su 3. Caputo, invece, quarto miglior marcatore stagionale, si è piazzato al terzo posto nella speciale classifica della combinata gol+assist (dietro Immobile e Ronaldo) con 21 gol e 7 assist. Il Gallo è invece il rigorista del Torino (con 7 centri su 8 nell’ultimo anno) e l’unico riferimento in attacco dei granata, ragion per cui molto del suo rendimento personale dipenderà da quello complessivo della propria squadra. Passiamo a la Joya, secondo miglior assistman tra gli attaccanti dello scorso anno con 11 passaggi chiave (al primo posto con 16 assist Luis Alberto della Lazio e Papu Gomez dell’Atalanta), per il quale vale lo stesso discorso fatto per Martinez. Chiudiamo con Ibra, per il quale le fredde statistiche non rendono merito al talento del campione. Nonostante i 38 anni, lo svedese sembra aver ritrovato una seconda gioventù: possibile una stagione da 20 gol (e passa) quest’anno.

Fantacalcio 2020-2021: quali centrocampisti acquistare e quali no

I centrocampisti da comprare assolutamente e quelli da cui stare alla larga

football pitch

Come allestire un’ottima linea mediana per superare tutti i fantallenatori avversari

Vincere al Fantacalcio è sempre complicato, soprattutto se si dispone di una rosa non all’altezza. Chi pensa siano sufficienti solo 13 titolarissimi per superare chiunque, sbaglia, così come sbagliano quegli allenatori che vogliono acquistare all’asta solo 3 o 4 buoni centrocampisti. Poter schierare una linea mediana ricca e di qualità è invece fondamentale come vedremo tra poco. Iniziamo subito con qualche prezioso consiglio: quando scegliete i mediani, optate per quelli che potrebbero essere impiegati anche in attacco, così facendo disporrete di “attaccanti aggiunti” che in realtà fanno parte a tutti gli effetti della categoria dei centrocampisti. Uno di questi sarebbe stato Zaniolo, peccato per il grave infortunio. Ovviamente, e per fortuna, non c’è solo lui ma anche Bonaventura, oggi alla Fiorentina, oppure Politano, che nel Napoli di Gattuso gioca quasi sempre da attaccante. Ci piacerebbe dirvi di non lasciarvi sfuggire Chiesa, ma il costosissimo gioiellino della Fiorentina è uno di quei calciatori che chiunque vorrebbe all’asta, quindi con estremo dispiacere ve lo sconsigliamo. Chi invece dovreste ingaggiare è Çalhanoğlu, che nel 4-2-3-1 di Pioli lo scorso anno ha fatto bene e ha pure segnato 9 goal, o in alternativa De Paul, che con Gotti migliorerà ulteriormente. Se vi piacciono le scommesse, provate ad aggiudicarvi Brahim Díaz, calciatore del Milan del presente e del futuro spiccatamente offensivo e al tempo stesso giovanissimo. Non ditelo a nessuno, ma secondo noi prendere Đuričić del Sassuolo è l’affare della vita, visto che De Zerbi è solito schierarlo come trequartista oppure come attaccante esterno del tridente; insomma le possibilità che segni alcuni goal ci sarebbero eccome. Altre dritte interessanti? Pronte per voi nel prossimo paragrafo.

Altri interessanti affari, alcuni anche low-cost!

Il centrocampo, come sopra accennato, va costruito con molta attenzione quando si gioca al Fantacalcio: dalla mediana passa infatti la fortuna di ogni fantallenatore che non può pensare di investire tutti i soldi a disposizione solo sui migliori bomber. Per questo motivo è necessario fare molta attenzione e concentrarsi sui centrocampisti in grado di dare un ottimo contributo in campo. Mirančuk e Sottil sono due di questi: se il primo è più conosciuto e più costoso, ma nemmeno così tanto se vogliamo dirla tutta, il secondo a Cagliari con Di Francesco in panchina è pronto a spiccare il volo e per questo motivo lo ingaggeremmo più che volentieri. Oltre a loro due, vi segnaliamo il low cost Ionita del Benevento, stella del centrocampo di Inzaghi, Eduardo del Crotone, una scommessa dalla forte propensione offensiva, Tameze, che dall’Atalanta è passato al Verona, squadra con cui giocherà con più continuità, e infine Lukic del Torino, un abile palleggiatore di cui mister Giampaolo non potrà fare a meno. Da ultimo, ma non per ordine di importanza, ci sarebbe Obiang, che nel Sassuolo di fianco a Locatelli potrebbe crescere. Lo sappiamo, potrebbe essere un azzardo ma non avrete certamente problemi ad aggiudicarvelo all’asta per pochissimi milioni.

Centrocampisti su cui non puntare

Ora arriviamo alle note dolenti: ci sono molti centrocampisti su cui vi suggeriamo di non puntare, se non volete fare brutte figure con i vostri amici. Se potete, evitate di farvi ingolosire dal roccioso Kessié, la cui media voto di 5,48 in 23 presenze non è certo esaltante oppure dall’impalpabile Meïté (media voto 5,5 in 21 partite). Ci dispiace dirlo ma non tratteremmo mai (ahimè) un bel giocatore come Sensi poiché sempre infortunato e incapace di reggere più partite consecutivamente e con lui il collega di reparto Eriksen, che con Conte sta deludendo e non poco. Tenete presente che, al di là delle prestazioni spesso impalpabili, il danese viene schierato solo quando mancano 10 minuti alla fine della partita. Vi sconsiglieremmo infine di acquistare Bernardeschi, giocatore della Juventus che non ha un ruolo ben definito in campo e questo lo porta a disputare match quasi mai all’altezza; la media voto dell’italiano lo scorso anno è stata di 5,46 in 18 partite.

Fantacalcio 2020-2021: quali difensori acquistare e quali no

I difensori da ingaggiare e quelli da cui stare alla larga

Come spendere al meglio i milioni a disposizione

Il campionato di Serie A sta finalmente per ripartire e allo stesso modo anche l’amato Fantacalcio; pochi giorni ancora e la nostra super-squadra, costruita a suon di milioni spesi durante aste pazzesche, si misurerà con quelle di amici, parenti e sconosciuti. Il cammino per la vittoria finale anche quest’anno sarà lungo e pieno di insidie, dunque prepariamoci al meglio per intraprendere un’avventura lunga quasi 10 mesi. E per farlo dobbiamo sempre tenere presente che spendere quasi tutti i milioni a disposizione investendoli sui più forti attaccanti, per poi doverci accontentare di centrocampisti o difensori scarsi e che non giocheranno, è un grossolano errore da evitare fin da subito; inutile scialacquare 300 milioni per ingaggiare Ronaldo se poi in difesa si è obbligati a schierare il 19enne Nicolò Armini che con la Lazio non giocherà nemmeno un minuto! Un po’ di buon senso, insomma, è indispensabile per creare un team equilibrato in tutti i suoi reparti, partendo soprattutto da quello che, all’apparenza, parrebbe essere il meno importante, ossia quello difensivo. Il primo consiglio che vi diamo è evitare di svenarvi per bomber troppo costosi e partire invece dalla prima linea, ricercando interpreti che sappiano non solo contrastare ma che siano anche estremamente duttili. Cosa Intendiamo? Nel prossimo paragrafo avrete la risposta a questa domanda.

Alla ricerca dei difensori goleador e dei difensori low-cost

Puntare prevalentemente sui difensori goleador è il secondo consiglio che desideriamo offrirvi: optare per quei calciatori abili in marcatura e capaci di segnare qualche rete ogni tanto è sempre la soluzione migliore se si vuole ottenere quell’extra punteggio che non fa mai male quando si gioca al Fantacalcio. Tra quelli da noi opzionati per voi, segnaliamo Kolarov, acquistabile a prezzo di saldo, titolarissimo nell’Inter e fortissimo quando si tratta di mettere la palla in rete direttamente su punizione. Come alternativa ci sarebbe Acerbi, molto abile a fare male alla formazione avversaria quando decide di spingersi in avanti, non certo costoso come il collega Theo Hernandez, che quest’anno farà molto bene. Occhi puntati anche su Cuadrado, rientrato nella lista dei difensori, e su Bonucci che di testa sa il fatto suo. Se avete qualche soldo a disposizione, puntate su Hakimi, interprete fisso dell’out di destra della nuova Inter, che lo scorso anno con il Dortmund ha segnato 5 reti in Bundesliga e 4 in Champions League, se invece siete degli affaristi nati, sorprendete tutti i vostri amici ingaggiando Criscito, autore di 8 goal in campionato e rigorista ufficiale del Grifone. Anche voi come noi desiderate prendere almeno un giocatore il cui rapporto qualità-prezzo risulti ottimo? Allora non fatevi scappare Gosens, freccia dello scacchiere di Gasperini con il vizietto della marcatura facile: 9 per lui durante la scorsa stagione. E per quanto riguarda i difensori low-cost? Anche in questo caso abbiamo alcuni nomi da farvi. Prendete il taccuino e segnatevi: Letizia, Caldirola, Gagliolo e Biraschi. I primi due, lo ricordiamo per chi non lo sapesse, sono calciatori del Benevento che quest’anno in Serie A giocheranno moltissime partite, il terzo un jolly del Parma che può ricoprire anche il ruolo di mediano mentre il quarto un interessante prospetto del Genoa. Se ci avete sin qui ascoltato, qualche bel colpo sicuramentelo avrete fatto; ora però è tempo di dirvi da quali difensori stare alla larga.

I nostri flop

football arena

Non se la prendano a male i diretti interessati, ma secondo noi loro non sono i giocatori adatti perquel fanta-team che vuole primeggiare. A chi ci riferiamo? A Erlic dello Spezia, che farà sì parte dell’11 titolare che scenderà regolarmente in campo, ma giocando in una squadra che faticherà contro ogni avversario forse sarebbe da non considerare, e a Young dell’Inter, che quest’anno è destinato a fare tanta panchina. Oltre a loro due, vi diremmo di non concentrarvi nemmeno su un totem come Koulibaly, difensore sul piede di partenza che lo scorso anno con la maglia del Napoli ha inanellato prestazioni molto spesso al di sotto delle sue potenzialità. Infine lasciate perdere un titolarissimo come Murru della Sampdoria,la cui media voto nel 2020 è stata di 5,52 in ventidue presenze.

Fantacalcio 2020-2021, la guida completa ai portieri

Fantacalcio 2020-2021, chi conviene prendere in porta e perchè

portiere

Il nuovo campionato di Serie A è alle porte e, come ogni anno, sale la febbre per l’asta del Fantacalcio. Decine di migliaia di appassionati fanta-allenatori in tutta Italia stanno studiando in questi giorni le statistiche e i dati relativi ai calciatori dell’ultima stagione, con l’obiettivo di mettere su la migliore delle formazioni. Ecco, allora, qualche consiglio relativo a quelli che potrebbero essere i migliori portieri in circolazione, quali quelli da prendere e, invece, quali quelli da lasciare agli altri.

Partiamo con l’analizzare attraverso l’ausilio delle statistiche il terzetto dei portieri più costosi. Stiamo parlando di Samir Handanovic dell’Inter, Wojciech Szczesny della Juventus e di Gianluigi Donnarumma del Milan, tre numeri 1 per i quali vi spellerete le mani a suon di rilanci nelle vostre fanta-milionarie aste. Nel corso dell’ultimo campionato, i nerazzurri di Antonio Conte, con 36 gol subiti, sono stati la squadra che ha avuto il miglior rendimento difensivo (mentre la Juventus campione d’Italia di gol ne ha presi 43).

L’estremo difensore sloveno, perciò, resta la prima scelta di ogni fanta-allenatore. Il portiere nerazzurro nell’ultimo campionato è stato anche il numero 1 che ha mantenuto più volte la propria porta inviolata, collezionando ben 17 clean sheet (pari a quasi il 50% sul totale delle gare disputate in Serie A). In questa speciale classifica troviamo al secondo posto Salvatore Sirigu del Torino (con 15 clean sheet), Gianluigi Donnarumma sul gradino più basso del podio (a quota 13) e solo quinto (a quota 11) il portiere della Juventus Wojciech Szczesny.

Handanovic, infine, si è piazzato al secondo posto, tra i portieri delle big del campionato dello scorso anno, nella classifica delle fanta-medie dell’ultima Serie A (ovvero della graduatoria che tiene conto della votazione al termine di ogni partita e degli eventuali bonus e malus), con una media-voto di 5.30, a pochissima distanza dal primo posto occupato da Donnarumma del Milan che ha registrato, invece, una media di 5.39).

Dati statistici alla mano, la migliore alternativa ad Handanovic (se non la scelta numero uno a questo punto) sarebbe proprio quella del portiere del Milan (tra l’altro, richiesto dalle big di tutta Europa) che nell’ultimo campionato ha parato 4 rigori (nessuno come lui). Szczesny, infine, dalla sua ha il fatto di avere di sicuro una difesa più compatta e competitiva davanti, grazie al pieno recupero del capitano bianconero Giorgio Chiellini che tornerà a guidare la retroguardia dei campioni d’Italia nella prossima stagione. D’altra parte, è da tenere in considerazione il fatto che la Juventus, nel corso dell’ultimo campionato, ha registrato la miglior difesa nelle gare giocate in casa (17 gol subiti, al pari della Lazio e dell’Inter mentre il Milan ne ha subiti 20 a San Siro). In trasferta, invece, la migliore difesa è stata quella dell’Inter, con 19 gol subiti (mentre Milan e Juventus hanno subito 26 reti).

In alternativa ai tre big, troviamo Thomas Strakosha della Lazio e Juan Musso dell’Udinese, reduci da due grandi stagioni con le rispettive squadre. L’estremo difensore dei biancocelesti, con una media voto complessiva pari a 5.16 (comprensiva di bonus e malus), si piazza davanti a quello della Juventus nella classifica del miglior fanta-rendimento dell’ultimo campionato, mentre Musso, nonostante i 51 gol subiti di friulani, è a quota 5.08, alle spalle del bianconero Szczesny. Inoltre, Strakosha ha mantenuto la porta della Lazio inviolata in 10 occasioni (settimo in questa speciale classifica), mentre Musso ha conquistato 7 clean sheet. Strakosha andrà preso indiscutibilmente in coppia con l’altro portiere della Lazio, José Manuel Reina, a cui il tecnico Simone Inzaghi sta dando ampio spazio da titolare nel corso delle amichevoli estive.

Nell’orbita dei buoni affari al Fantacalcio troviamo invece i portieri Luigi Sepe del Parma che nel corso dell’ultimo campionato di Serie A con i ducali ha collezionato 10 porte inviolate, parato 3 rigori e portando a casa una votazione media complessiva di 4.96. Ottimo (e con un prezzo decisamente low cost) anche il nome di Bartlomiej Dragowski della Fiorentina (4 porte inviolate, 2 rigori parati ed una media voto di 5.00) e Łukasz Skorupski del Bologna (10 porte inviolate, 2 rigori parati ed una media pari a 4.31). Da tenere in considerazione, infine, anche Pierluigi Gollini dell’Atalanta (che però ha subito ben 48 gol nell’ultimo campionato).