Gli strafalcioni più belli della pallavolo!

La pallavolo è uno degli sport più seguiti in Italia, e gli appassionati della palla bianca non esitano a piazzare le più disparate scommesse sportive sui loro beniamini pallavolisti, soprattutto quando si tratta di campionati nazionali, europei, mondiali o addirittura olimpici.

Piccola parentesi… come si gioca la pallavolo?

La pallavolo è uno sport molto rapido, che si gioca in un campo lungo 18 metri e largo 9, diviso in due metà da 9 metri per 9, una per ciascuna squadra. L’obiettivo per la squadra giocante (composta da sei atleti in campo e sei in panchina) è far cadere la palla nel campo avversario.

Una delle due squadre inizia il gioco mandando la palla nel campo avversario (battuta o servizio); sta quindi agli avversari prenderla (ricezione) e predisporla agli attaccanti (palleggio o alzata) che la manderanno nel campo avversario (preferibilmente con una schiacciata o una finta).

Raccontata così, con un’estrema sintesi, sembra che la pallavolo sia uno sport ripetitivo e noioso, ma possiamo assicurarvi che non lo è affatto. Con migliaia di combinazioni e di schemi, tiene incollati allo schermo migliaia di appassionati e vi confessiamo che è uno dei nostri sport preferiti. Tanta tecnica, tanto movimento e tanto sudore in uno sport che si fonda su un elemento fondamentale: la squadra.

Come in tutti gli sport di squadra e non, è impossibile che qualche volta, nel trambusto generale e nel pattern velocissimo che questo sport offre, non si verifichino delle vere e proprie papere (o bloopers, perché a noi piace essere internazionali!). Gustatevi questo video dell’anno scorso pieno di strafalcioni della pallavolo!

Quando un giavellotto infilzò un povero saltatore…

Correva l’anno 2007, quando, durante i Golden Gala di atletica a Roma, un giavellotto, lanciato dal finlandese Tero Pitkameki, si infilzò letteralmente nel costato del povero saltatore francese Salim Sdiri, campione di salto in lungo.

Il video qui sotto è chiaramente esemplificativo:

Scusateci, ma quando abbiamo visto la faccia del saltatore infilzato come un pollo dal giavellotto, abbiamo riso tantissimo.

Anche il commento di Andrew Howe, con il suo deciso accento reatino, non ha aiutato la ripresa delle nostre funzioni mentali.

Dovrebbero inventare un mercato a parte per le scommesse di atletica: “Saltatori infilzati da giavellotti sì/no”. Secondo noi, potrebbe avere molto successo!

Calcio: compilation di papere!

Che mondo sarebbe senza il calcio, indubbiamente lo sport preferito dagli italiani? Come faremmo senza la scommessa della domenica piazzata al punto gioco sotto casa? E soprattutto, come faremmo senza qualche grassa risata causata dalle papere nel calcio, che avvengono praticamente tutti i giorni?

Gustatevi questo video pieno di papere calcistiche… ne vale la pena!

Fabriga e Pahoyo: i due tuffi più disastrosi della storia

Correva l’anno 2015, quando furono eseguiti, nel corso dei Southeast Asian Games, i due tuffi ritenuti i più brutti della storia dei campionati ufficiali di questo sport così affascinante. I responsabili di questo scempio furono John Elmerson Fabriga, 21 anni, e John David Pahoyo, 17.

Sembrava davvero andare tutto bene: la preparazione ai tuffi, la volontà degli atleti, ma… qualcosa andò irrimediabilmente storto.

Il video dei due disastrosi tuffi ha raggiunto quasi due milioni di visualizzazioni, l’avreste mai detto?

Non osiamo pensare agli scommettitori che hanno dato fiducia a uno o a entrambi i tuffatori… quanti soldi persi!